Scopri le ultime storie

3/3 Il vento in poppa, Fraglia di Riva

"Il Circolo sportivo abbraccia il lago con il lungo braccio del molo e fronteggia la Rocca di Riva, separata da uno stretto canale. Fu costruito negli anni ’30 da Giancarlo Maroni..."

2/3 Il vento in poppa, Fraglia di Riva

"La mia storia inizia subito prima dello scoppio della guerra con l’Italia, nel 1915, quando il governatore della zona del Garda al soldo dell’Impero Austroungarico affonda..."

1/3 Il vento in poppa, Fraglia di Riva

"Si dice che l’oro del Garda siano i suoi venti. Per quanto mi riguarda non c’è niente di più vero. Senza di loro io non esisterei nemmeno, ma prima di raccontarvi me lasciate che ve li presenti..."

4/4 La centrale di Fies, Dino

"Nel 2000, grazie a Hydro Dolomiti Energia e alla Provincia Autonoma di Trento ci spostammo qui nella centrale idroelettrica di Fies, andando a occupare spazi dismessi ormai da anni..."

3/4 La centrale di Fies, Dino

"Io lavoravo nella piccola biblioteca comunale e all’inizio degli anni ‘80 provai a immaginare qualcosa che potesse dare al paese una scossa dal punto di vista culturale..."

2/4 La centrale di Fies, Dino

"Per fabbricarla arrivarono muratori, scalpellini, ingegneri e tecnici dalla pianura padana, che in quel momento era piena di fermenti ideologici che qui non esistevano..."

1/4 La centrale di Fies, Dino

"Questa condotta scende dal lago di Cavedine, attraversa tutte le marocche da sotto e porta l’acqua alla centrale. Nel 1906 quello di Fies era l’impianto idroelettrico..."

Dall’acqua alle lampadine

"Da quando si ha memoria le cose sono sempre cadute verso il basso, attirate da una forza invisibile su cui l’uomo si è interrogato a lungo nel corso della storia..."

3/3 Una strada quasi impossibile

"Prima dello scoppio della prima guerra mondiale gli austriaci temettero che in caso di scontro con l’Italia l’esercito avversario avrebbe potuto sfruttare la strada del Ponale per entrare a Riva..."

2/3 Una strada quasi impossibile

"Quando la strada era aperta, oltre alle macchine passavano anche gli autobus e i camion. Fare la Ponale con il camion voleva dire avere il pelo sullo stomaco. Era questione di centimetri..."

1/3 Una strada quasi impossibile

"La Ponale è una strada, ma non una come tante. Costruirla fu una prova di coraggio, sia per quelli che la aprirono sia per alcuni che poi la percorsero. Oggi è un sentiero ciclopedonale..."

3/3 L’amore per le storie, Franco

"I partecipanti alla passeggiata goethiana sono quasi sempre tedeschi e il mio eloquio è in quella lingua, anche se una piccola parte in italiano è indispensabile..."

2/3 L’amore per le storie, Franco

"Mi definisco un contastorie, quello che, con un termine inglese che non mi piace, oggi si chiama storyteller. Sono uno storico, un uomo di teatro e un affabulatore..."

1/3 L’amore per le storie, Franco

"Fino alla fine dell’’800 per raggiungere Riva si usava la carrozza. Goethe arrivò al lago di Garda sballottato dal calesse che lo aveva condotto fino a Nago..."

3/3 Il mio soggiorno a Torbole, Johann Wolfgang

"Col fresco della sera sono andato un po’ a zonzo. Adesso mi trovo in un paese veramente nuovo, in un ambiente che mi era del tutto estraneo. Gli uomini conducono una vita spensierata..."
Load More
Fail to load posts. Try to refresh page.

Ricerca le tue storie

Vai alla mappa

Ricerca le tue storie

Vai alla mappa